UNA SERATA SPECIALE.

Un ricordo, una speranza di Enrico Moreschi

Questa sera il Trofeo Città di Brescia accende le luci sulla ribalta cittadina richiamando in strada quanti si sentono coinvolti da questo spettacolo ciclistico. Da oltre quarant'anni la replica va in scena, ogni anno egualmente avvincente. Sono stagioni di siccità queste per il ciclismo bresciano e i ricordi sopraffanno i sogni; per questo ancor più con ostinazione ci aggrappiamo a questo appuntamento affidandogli una speranza. In un presente poco felice si chiede il conforto al passato e riandiamo a quella prima edizione, anno 1963, una mattina di una domenica di primavera, la vasta ombra dei tigli di via dei Mille ad offrire riparo dai raggi di un sole già vigoroso. Nasceva quella mattina di primavera il Trofeo Guizzi, in onore di uno tra i padri del ciclismo bresciano, felice intuizione di Mario Podetta, il Cavaliere, che in eredità aveva ricevuto il timone dello Sport Club Brescia, fucina di campioni e di iniziative agonistiche. Erano gli anni dell'età dell'oro: quanti stupendi ragazzi, alcuni giunti al professionismo a raccogliere gloria per sé e per il movimento bresciano. Erano gli anni felici delle avvincenti sfide: con lo Sport Club Brescia, il Pedale Bresciano di Tone Zanola, dell'Erbitter di Leo De Luca, della Bober, appena chiusa l'avventura della Classic Valvola Bonomi Prevalle di Adelmo Ballerini... E che discussioni nelle due botteghe di artigiani covi di fazioni contrapposte a riempire le vigilie di animati confronti in corsa: Osvaldo Meschini artigiano delle bici Stella di via Martiri della Libertà; Piero Serena, che il nome portava stampato sulle sue opere d'arte forgiate alla fucina di via Cremona. Quella mattina di primavera in via dei Mille finì zero a zero tra i gruppi Meschini-Serena; la vittoria toccò ad un ragazzo di Soncino, Giacomino Denti, su cui aveva posto i suoi «lunghi» occhi Gino Riccardi, tecnico eccelso a cui chiedevano consigli anche campioni affermati, Fausto Coppi fra questi. La corsa assegnava titolo e maglia di campione lombardo degli Allievi e quel ragazzo di Soncino offrì un saggio della immensa classe, solo al traguardo di via dei Mille, come solo spesso si presentò su molti altri traguardi un po' ovunque in Italia e all'estero, campione del mondo nella cronometro a squadre, una fulgida carriera nella premessa e nella promessa, interrotta da una rovinosa caduta lungo la discesa del Crocedomini durante il Giro. Così nacque nobile questa gara che ancora sa lanciare promesse come un anno fa in piazza Vittoria con Claudio Corioni, un nostro ragazzo che già tanto bene ha saputo fare appena sbocciato al professionismo. Sarà un'altra sera di spettacolo, di certo, anche per onorare il ricordo di Emilio Volpi, un suo grande sostenitore

COME SEGUIRE LA GARA
In piazza Vittoria
Il ritrovo e le operazioni di firma del foglio di partenza avverranno in piazza Vittoria a partire dalle ore 16.
II via
La corsa prenderà il via alle ore 20.15. 23 sono le ripetizioni del circuito per un totale di 138 chilometri.
Percorso
Il circuito ricalca le novità della scorsa edizione. Partenza e arrivo infatti sono fissati nella suggestiva cornice di piazza Vittoria. Il rettilineo d'arrivo percorre via Gramsci con una leggera salitella in pavè prima dello striscione conclusivo. Dalla piazza il percorso prosegue in via Dante, via Cairoli, fino ad immettersi sulla via dei Mille e tornare sull'originario tracciato.
Salita del castello
Lo strappo del Castello rappresenta, come sempre il settore agonisticamente più importante. Le 23 ripetizioni sono la garanzia di una progressiva selezione
Arrivo
L'arrivo in piazza Vittoria è previsto per le ore 23.30 circa. Subito dopo la conclusione della corsa seguiranno le premiazioni.
 
L'ALBO D'ORO
Dal 1963 al 1996 Trofeo AMEDEO GUIZZI
1963 GIACOMO DENTI 1980 MARCO VITALI
1964 FERRUCCIO MANZA 1981 DOMENICO PERANI
1965 MARIO ANNI 1982 MARCO TABAI
1966 CARLO GALEAZZI 1983 MASSIMO GHIRARDI
1967 GIAN PIETRO MACCHI 1984 GIOVANNI BOTTOLA
1968 GIANNINO BIANCO 1985 MARCO SALGARI
1969 ENRICO CAMANINI 1986 MARCO SCANDIUZZI
1970 ALDO PARECCHINI 1987 VALERIO TEBALDI
1971 DANTE ZORZI 1988 SANDRO VITALI
1972 ADRIANO BONARDI 1989 NATALE CONFALONIERI
1973 ORFEO PIZZOFERRATO 1990 MARCO TABAI
1974 OSVALDO CARPENE 1991 STEFANO FAUSTINI
1975 ORFEO PIZZOFERRATO 1992 BRUNO BOSCARDIN
1976 ROBERTO VISENTINI 1993 MAURO REDAELLI
1977 ALESSANDRO BETTONI 1994 GABRIELE MISSAGLIA
1978 ORFEO PIZZOFERRATO 1995 CLAUDIO CAMIN
1979 ORFEO PIZZOFERRATO 1996 MAURO ZANETTA
Trofeo CITTà DI BRESCIA Memorial RINO FIORI
1997 GERRIL GLOSMER 2001 MARKUS KNOPFEL
1998 FRANCESCO PASQUINI 2002 SIMONE LOVANO
1999 LUCA PAOLINI 2003 ROBERTO SAVOLDI
2000 ANTONIO SALOMONE 2004 CLAUDIO CORIONI