Scatta questa sera alle 20.15 da piazza Vittoria la settima edizione della corsa. Arrivo previsto alle 23.45. In programma 23 giri del classico circuito del Castello

E' la notte del Trofeo Città di Brescia, evento agonistico riservato ai dilettanti Under 23 ed Elite inserito per la settima volta consecutiva nel calendario internazionale, che un anno fa venne vinto dall'ex iridato juniores Simone Lo Vano.


IL PERCORSO - Rispetto al passato è stato modificato perché il quartiere generale non verrà più realizzato sotto i portici della sede della Camera di Commercio, bensì nella centralissima piazza Vittoria dove verranno stesi gli striscioni di partenza e di arrivo. I chilometri sono 6 esatti in luogo dei 5,800 e il chilometraggio da 133,400 è stato portato a 138. Mutato anche l'orario di partenza posticipato di 15', per cui l'arrivo e previsto alle 11.45. I concorrenti percorreranno solo una parte di via Vittorio Emanuele e via Dei Mille perchè ad ogni tornata lasceranno piazza Zanardelli alla propria sinistra per transitare da via Gramsci, piazza Vittoria, via Dante per immettersi in via Dei Mille ad un tiro di schioppo da piazza Garibaldi. Immutato il resto del percorso della circonvallazione interna. La verifica licenze avrà inizio alle ore 16 in piazza Vittoria.

NEL RICORDO DEI GRANDI - Gli organizzatori oltre a mettere in palio il Trofeo Città di Brescia assegneranno al termine dello spettacolare carosello altri premi speciali per ricordare alcuni illustri personaggi scomparsi prematuramente qualche anno fa. Il presidente del comitato organizzatore Fermo Fiori ha istituito un riconoscimento speciale per ricordare il fratello Rino vittima di un incidente mentre stava visionando alcuni cantieri in Africa. Verranno altresì ricordati Bruno Boni (il sindaco per eccellenza di Brescia e sicuramente il più sportivo d'Italia); Gianni Savoldi (vice-sindaco della nostra città e parlamentare di lungo corso); Mario Colosio (ex dilettante di buona caratura che dovrebbe avere anche partecipato ad alcune edizioni della corsa in notturna); Amedeo Guizzi (indimenticato dirigente del ciclismo nazionale).
Iniziativa che merita di essere sottolineata quella degli organizzatori perchè l'esercizio della memoria è molto importante.

  
L'ALBO D'ORO
1997
Gerrit Glomser
1998
Francesco Pasquini
1999
Luca Paolini
2000
Antonio Salomone
2001
Markus Knopfle

2002

Simone Lo Vano

L'ULTIMO VINCICORE - L'ex iridato juniores Simone Lo Vano ha vinto con lieve distacco l'edizione scorsa vanificando gli sforzi compiuti dai bresciani Claudio Pizzoferrato, Claudio Corioni e Roberto Gotti, in lizza per la vittoria fino a poche centinaia dal termine.


I BRESCIANI - Da quando è stato istituito il Città di Brescia non è mai stato vinto da un corridore bresciano. Questa sera le speranze di successo sono affidate all'ex professionista Roberto Savoldi, Stefano Bonini (medaglia di bronzo ai tricolori Under 23 di sabato scorso), Maurizio Varini (ottavo nel tricolore Elite vinto da D'Aniello), Luca Roveglia (terzo domenica scorsa a Monza), Mattia Gavazzi (quattro vittorie nel 2003), Luigi Scalmana (tornato alla vittoria dopo tempo immemorabile), Giorgio Orizio (vincitore della prova di Coppa del Mondo in Slovenia). Non figurano tra gli iscritti ma potranno in extremis schierarsi al via Roland Turelli e Marco Corsini, mentre Stefano Cavallari vivrà purtroppo la corsa da spettatore.


I PATROCINI - Comune di Brescia e Provincia di Brescia anche quest'anno hanno patrocinato il grande evento con la certezza di interpretare il pensiero degli sportivi bresciani.